Magneti Marelli START - 2

Motori di sviluppo Globale

Nonostante la crisi europea, la produzione di veicoli a livello mondiale cresce del 4,6%. Grazie al contributo delle economie emergenti, Paesi in cui Magneti Marelli porta tecnologia e innovazione, ma anche la cultura della sostenibilità.

Dai numeri risulta chiaro. A livello mondiale negli tre ultimi anni la produzione di autoveicoli e veicoli commerciali leggeri ha registrato una crescita significativa (+4,6%).

A fronte di un’Europa in difficoltà (-2,3%), infatti, si registra un incremento di produzione rilevante nel Nord America (+11%), un’evoluzione del mercato brasiliano (+3,8%), e una Cina che continua ad avanzare con un aumento della produzione media annua che si aggira intorno al 9%.

Il dato che emerge da questa rapida overview è evidente: la strategia di sviluppo globale di Magneti Marelli e il progressivo investimento in siti produttivi e nella definizione di joint venture su tutti i cinque continenti, e in particolare nei Paesi cosiddetti emergenti, ha consentito all’Azienda di stare al passo con le dinamiche e le sfide del mercato globale dell’automotive.

Portando innovazione, prodotti tecnologicamente all’avanguardia, e anche un approccio volto alla sostenibilità anche all’interno di economie “giovani”, in piena fase di sviluppo.

L’esempio più lampante viene proprio dalla Cina, Paese in cui Magneti Marelli è presente dal 1996 e ha saputo strutturare la propria attività in maniera molto solida e competitiva.

Con un footprint che copre le principali aree strategiche dell’automotive cinese, l’Azienda serve 13 car maker cinesi e 10 car maker internazionali presenti in Cina, contando su 8 fra siti industriali e centri di enginnering - fra presenza diretta e JV - che impiegano oltre 3mila persone.

Un altro esempio di successo è l’India, Paese in cui, grazie a una serie di accordi di joint venture, Magneti Marelli ha replicato il proprio perimetro industriale nel giro di pochi anni, dal 2007 al 2011.

Magneti Marelli è presente nel Paese con 8 stabilimenti produttivi in ambiti che spaziano dal powertrain, all’elettronica, all’illuminazione, passando per i sistemi di scarico e le sospensioni.
Nell’ottica di creare sul posto know-how e competenze ingegneristiche e di supportare al meglio i programmi di sviluppo dei propri clienti in India, Magneti Marelli ha realizzato centri applicativi di engineering locali, testimoniando l’elevato grado di partecipazione nella crescita e sviluppo sociale ed economico del Paese.

Ultimo esempio dello sviluppo globale di Magneti Marelli è ovviamente il Brasile, uno dei mercati principali per l’Azienda che vede impiegate oltre 8500 persone in 11 stabilimenti produttivi e 5 Centri R&D. In questo Paese Magneti Marelli ha iniziato ad operare già nel 1978, conquistandosi via via uno spazio sempre più importante e introducendo tecnologie innovative, come ad esempio i sistemi di alimentazione Flexfuel e il Tetrafuel, che hanno segnato l’evoluzione in alcuni segmenti tecnologici dello scenario automotive del Paese.

Accordi e Joint Venture 2012

Cina
Changchun Fudi Equipment Technology Development Co., Ltd. JV (51% Magneti Marelli and 49% FUDI) per la produzione di sistemi powertrain da destinare in maniera prioritaria al mercato cinese. Hefei Jianghuai Automotive Co., Ltd (JAC) and Hefei Lingdatang Collective Assets Management Co., Ltd, JV (51% Magneti Marelli, 37% JAC and 12% Lingdatang) per la produzione di sistemi di scarico.

Messico
Joint Venture Agreement tra Sistemi Sospensioni S.p.A. (51%) e Promatcor Inc. (49%), che sancisce la nascita di una nuova società denominata Magneti Marelli Promatcor Sistemi Sospensioni Mexicana S.de R.L. de C.V. La società si occuperà della produzione delle sospensioni complete per il Fiat Professional Ducato in Messico.

Italia
Accordo quadriennale tra Magneti Marelli e Dorna che consentirà a tutti i team della MotoGP di utilizzare a bordo delle moto il Sistema di Controllo Elettronico di Magneti Marelli.
 

Aperture nuovi Plant

Cina
Inaugurato a Changsha il nuovo stabilimento Magneti Marelli per la produzione di sistemi di scarico per GAC Fiat. A regime l’impianto avrà un organico di oltre 200 persone e sarà in grado di produrre fino a 300 mila sistemi l’anno.

India
Inaugurato un nuovo stabilimento per i sistemi di scarico realizzato da SKH Magneti Marelli Exhaust Systems Pvt Ltd. L’impianto sorge all’interno del Maruti Suzuki Supplier Park a Manesar, nelle vicinanze di Gurgaon e a pochi chilometri da New Delhi.

Intervista a Jack Cheng, Country Manager Magneti Marelli Cina

Jack Cheng

Crescita costante e uno sviluppo che punta sulla qualità. Intervista a Jack Cheng, Country Manager Magneti Marelli Cina.

Magneti Marelli è presente in Cina dal 1996, e ha “seguito” la crescita esplosiva dell’economia di questo Paese negli ultimi dieci anni. Quali sfide pone questa crescita?
Siamo di fronte a una trasformazione importante. Dal punto di vista degli indicatori economici, il mercato cinese è passato dalla crescita a due cifre registrata fino al 2010, a una crescita - costante - a una cifra. Ma c’è un fattore ancora più interessante: che si è passati da una crescita quantitativa ad una qualitativa. È su questo terreno che si gioca, per noi, la partita più importante. Perché significa lavorare per un adattamento locale del design di prodotto, della capacità di sviluppo del prodotto, delle attività di project management.

Per far fronte a queste sfide abbiamo innanzitutto investito sul fronte della Ricerca e Sviluppo, portando al livello locale l’expertise e le conoscenze del network globale di Ricerca e Sviluppo di Magneti Marelli. Quanto conta il tema della sostenibilità nello sviluppo del settore automotive cinese?
Come sempre, in contesti in cui si assiste a processi di industrializzazione e urbanizzazione accelerati, il tema della sostenibilità ha un forte valore. Se pensiamo alla sostenibilità ambientale, i fronti di intervento sono numerosi: promuovere il risparmio energetico e lo sviluppo di fonti energetiche alternative; razionalizzare l’impiego di risorse minerarie, utilizzando le risorse del territorio in modo attento; promuovere un uso sostenibile delle risorse idriche; proteggere con forza le risorse marine; intensificare la lotta contro l’inquinamento; affrontare seriamente il tema del climate change. Per quanto riguarda la sostenibilità economica, è necessario contribuire ad un percorso innovativo dell'industrializzazione e stimolare l'acquisto di prodotti ecosostenibili. Per quanto riguarda la sostenibilità in ambito sociale, bisogna in generale - anche affrontando i diversi temi cui ho accennato - lavorare a un graduale miglioramento dell’ambiente e delle condizioni di vita. 

Quali azioni ha intrapreso Magneti Marelli in questo senso?
Guardando a questi obiettivi, abbiamo lavorato operativamente su diversi interventi. Dal punto di vista dell’apporto di know-how strategico-industriale, abbiamo per esempio preso parte allo speciale Forum convocato dal Governo cinese per strutturare il National ESV and NEV Industry Development Plan. Nello specifico del nostro lavoro, poi, l’introduzione della tecnologia GDI (Gasoline Direct Injection) ha contribuito a migliorare l’efficienza dei motori e a ridurre le emissioni di Co2, così come le tecnologia EFI (Electronic Fuel Injection) applicata sulle motociclette ha fatto parte di un accordo strategico con il governo della municipalità di Chongqing.