Magneti Marelli START - 2

Testimonial dal mondo

1. Perché ha scelto Magneti Marelli?

2. Qual è il valore aggiunto di lavorare in un gruppo multiculturale come Magneti Marelli?

3. In azienda avete rapporti con colleghi che provengono da un altro Paese? Se sì, che tipo di attività fate insieme?

4. Qual è la caratteristica/qualità/ specificità del suo Paese che si riflette nell’attività di Magneti Marelli?

Anna Kovalevskaja

Anna Kovalevskaja

 

 

 

 

 

 

1. Ho scelto Magneti Marelli perché, per me, rappresenta una grande opportunità di realizzazione. Mi sono laureata in Filologia, ma volevo lavorare in un’impresa che realizzasse cose concrete, dove ogni decisione avesse una conseguenza pratica.
Sono rimasta piacevolmente sorpresa quando ho trovato il lavoro dei miei sogni proprio nella mia città. E questa sensazione si è rafforzata quando ho visto che Magneti Marelli credeva in me, nelle mie capacità, e mi ha dato la possibilità di cominciare da zero, passando dalle aule universitarie direttamente nel campo della logistica internazionale.

2. Non vorrei ripetere i soliti luoghi comuni, che un’azienda multiculturale è una finestra sul mondo, che aiuta a comprendere meglio le altre persone... Ma è davvero così.
Sorprendentemente, grazie a questo lavoro sto cominciando a capire anche meglio me stessa. Mi stupisce il fatto di riuscire a trovare un linguaggio comune con altre persone che lavorano sempre in Magneti Marelli ma a migliaia di chilometri di distanza, risolvere problemi operativi insieme, trovare il tempo e il modo per aiutarci a vicenda. E, sembra incredibile, molti di loro riescono a capire perfino il mio umorismo russo!

3. La logistica prevede una comunicazione costante. Di sicuro gli argomenti e le occasioni per collaborare con i miei colleghi di altri Paesi non mancano. E so che posso sempre contare su di loro per un aiuto, in totale fiducia. Io cerco sempre di stabilire un contatto umano con loro: infatti, in fondo a tutte le mie mail metto sempre: “Buona giornata!”, e giuro che è un augurio sempre sincero.

4. Senza dubbio la creatività, perché una caratteristica unica dei russi è il loro comportamento imprevedibile e la capacità di trovare un modo inaspettato di affrontare qualsiasi situazione.
E poi aggiungerei il temperamento focoso e una grande empatia, perché in Magneti Marelli siamo tutti un po’ italiani.

Cecilia Sabina Garay Rivera

Cecilia Sabina Garay Rivera

 

 

 

 

 

 

1. Quando ho fatto domanda di assunzione in Magneti Marelli speravo fortemente di entrare a farne parte perché ha un'interessante processo di serigrafia e io avevo già maturato un po’ di esperienza in questo campo. Inoltre, mi sono subito resa conto che questa Azienda dispone delle migliori attrezzature per svolgere questa attività, ed è molto attenta alla sicurezza e alla salute dei dipendenti.

2. L’Azienda dispone di attrezzature ad alta tecnologia, che facilitano le buone performance dei lavoratori. Inoltre, è molto focalizzata sul dare la priorità alla sicurezza delle persone. Si fanno frequenti attività di training che ci aiutano a migliorare le nostre prestazioni e possiamo contare sul supporto di personale specializzato che viene da altri Paesi, il che rappresenta uno scambio importante.

3. Ci ha affiancato una persona, uno specialista in serigrafia, che viene dal plant di Corbetta, in Italia, e ci ha aiutato a migliorare nei nostri processi di lavoro, definendo per esempio i valori degli inchiostri e lo standard per la vernice. È stato un aiuto molto importante: è una persona sempre pronta a chiarire qualsiasi nostro dubbio, e ci ha incoraggiato a individuare i possibili punti di miglioramento dei processi, per esempio come ridurre o eliminare gli scarti e i rifiuti.

4. Direi tre caratteristiche: la grande passione che mettiamo ogni giorno nel nostro lavoro per raggiungere gli obiettivi che sono stati definiti; la fiducia in noi stessi; la capacità di fare lavoro di squadra e la comunicazione costante, che consente di individuare immediatamente quando c’è qualcosa nel processo produttivo che non è conforme alle specifiche.

Mateusz Kostecki

Mateusz Kostecki

 

 

 

 

 

 

1. Magneti Marelli è una grande società mondiale, lavorare in un’azienda così dà una grande possibilità di crescita. Collaborare con colleghi che hanno una lunga esperienza professionale all’interno dell’Azienda permette di imparare qualcosa ogni giorno, anche solo osservando come risolvono i problemi e affrontano i progetti.

2. Lavorare in un ambito multiculturale mi dà la possibilità di conoscere le diverse culture, tradizioni di altri Paesi, di imparare a essere più tollerante verso gli altri, e anche a migliorare le mie conoscenze linguistiche. Osservando altre esperienze e punti di vista differenti sto imparando modi alternativi di risolvere i problemi, di apprendere diverse best practice.

3. Nel mio lavoro incontro spesso colleghi di altri Paesi. Questi momenti per me sono sempre un’esperienza molto interessante, oltre che una buona opportunità per esercitare il mio inglese. Durante i nostri incontri, spesso ci capita di confrontarci su temi che vanno al di là del lavoro: parliamo di sport, dei nostri hobby, di cose divertenti...

4. I Polacchi sono famosi da sempre per la laboriosità, l’accuratezza e la scrupolosità. Noi, come lavoratori di Magneti Marelli, facendo levasu queste qualità siamo in grado di far fronte alle sfide che ci affida l’Azienda. Secondo me, è anche grazie a queste qualità se siamo leader nel mercato internazionale. Ogni nuovo progetto che ci troviamo ad affrontare per noi non è un problema, ma l’occasione per dimostrare che siamo davvero degli specialisti eccellenti.

Guilherme Caravieri de Abreu

Guilherme Caravieri De Abreu

 

 

 

 

 

 

1. Ho iniziato in Magneti Marelli tre mesi dopo la mia laurea in ingegneria, e ho scelto questa azienda perché ho sempre desiderato lavorare su programmi di innovazione nel settore automobilistico. Lavoro qui da 13 anni, e ho preso parte a molti programmi multiculturali sviluppati in diversi siti in tutto il mondo.

2. Il principale valore aggiunto, per me, è stato imparare che ogni cultura ha il suo modo particolare di stabilire relazioni e di affrontare le sfide professionali. Diciamo che, in generale, quando fai capire a una persona che cerchi collaborazione, che desideri mettere in comune le tue conoscenze e la tua esperienza, si arriva sempre al risultato migliore. Abbiamo usato il metodo di far testare una nostra soluzione a un collega di un Paese diverso, ed è un metodo che funziona, perché il contributo di una cultura diversa porta sempre un miglioramento. Ci consente di uscire dagli schemi ai quali siamo abituati.

3. Nei miei 13 anni in Magneti Marelli ho avuto rapporti con molte persone provenienti da diversi paesi, soprattutto da Italia, Polonia e Stati Uniti. In alcuni casi lo sviluppo del progetto avviene nel mio Paese, e la produzione invece in un impianto Magneti Marelli di un’altra nazione, a volte l’opposto. Ci sono stati anche alcuni importanti lavori che abbiamo realizzato insieme a colleghi di altri Paesi in presenza del cliente, e questa sinergia tra team multiculturali trasmette l’idea di un’Azienda solida e aperta.

4. Una caratteristica importante del popolo brasiliano è la determinazione nel voler portare a termine un progetto nel migliore dei modi. Questo atteggiamento si è sviluppato lungo la storia di industrializzazione del Paese, anche grazie al contributo che hanno portato in Brasile aziende straniere, come Magneti Marelli, confrontandoci con le quali anche noi brasiliani abbiamo potuto raggiungere livelli di eccellenza che possano essere competitivi a livello globale.

Shelly Uppal

Shelly Uppal

 

 

 

 

 

 

1. Magneti Marelli è un’azienda leader mondiale nel settore della progettazione e produzione di componenti automotive ad alto contenuto tecnologico. Io venivo già da una precedente esperienza nel settore automobilistico, e qui mi è stato dato subito un ruolo di responsabilità nel quale ho potuto mettere alla prova le mie qualità. Ho scelto Magneti Marelli perché è un’azienda che dà molte opportunità ai giovani.

2. Magneti Marelli è un gruppo multiculturale, con una pratica avanzatissima nel campo del World Class Manufacturing (v. articolo pag. 16). Anche grazie a questo stiamo crescendo molto in termini di conoscenza, fiducia reciproca, lavoro di squadra. Opportunità di crescita, ambiente sicuro e cultura positiva del lavoro sono per me gli asset più importanti di questa Azienda. Mi sento orgogliosa di far parte di questa società, che mi garantisce un percorso di carriera molto dinamico.

3. Sì, veniamo spesso in contatto con colleghi di altri Paesi. Il nostro managing director è italiano, e vengono da altri Paesi anche il consulente tecnico e il coordinatore industriale. Poi, essendo all’interno del programma WCM, molti corsi di formazione sono condotti qui dal Team di WCM centrale, che comprende colleghi provenienti da diversi Paesi. Noi stessi poi, nello svolgimento del nostro lavoro, siamo in costante contatto con gli altri colleghi che ci sostengono per attività di routine da postazioni remote, per esempio il centro di Ricerca e Sviluppo di Corbetta, in Italia, e rappresentanti dei clienti in Germania. Con loro condividiamo le informazioni tecniche, ma anche le nostre esperienze e conoscenze: passiamo in rassegna con loro lo stato di avanzamento dei progetti, ci scambiamo suggerimenti per condividere le azioni di miglioramento. C’è una condivisione completa di informazioni ed esperienze che esalta la cultura del lavoro.

4. Viviamo in India, un grande Paese, una grande democrazia in cui convivono tante diversità. Lo stesso valore che ritroviamo lavorando in Magneti Marelli. Essendo una società con una struttura leggera i dipendenti sono incoraggiati a coltivare il senso di autonomia e responsabilità.